Come leggere e comprendere le bollette della luce e del gas

Come leggere e comprendere le bollette della luce e del gas

20-09-2021 in Energia

Un buon modo per alleggerire la spesa dell'energia in casa è imparare a leggere correttamente la bolletta della luce, evitando di andare nel panico quando apriamo la busta e non capiamo nulla di fronte a tutti i numeri e le parole che vediamo. Nonostante sia stata fatta molta più chiarezza da parte dei diversi fornitori di luce e gas, la lettura della bolletta rimane un’operazione piuttosto complessa per la maggior parte dei consumatori.

Una bolletta luce non è altro che un documento di fatturazione che indica i valori di energia addebitata ad un cliente dal proprio fornitore. Questi valori addebitati nella bolletta dipendono chiaramente dal tipo di contratto luce che viene stipulato.

Per capire come leggere correttamente una bolletta della luce, occorre tenere a mente che vi sono indicati tutta una serie di dati e informazioni di base utili ed essenziali per comprendere l’importo del pagamento; essa, dunque, contiene sempre alcune precise sezioni per fornire informazioni più dettagliate.

Nello specifico, appena apriamo una bolletta le voci più importanti sulle spese di una bolletta elettrica in Italia sono:

1. Tipologia di cliente

La prima informazione che troviamo sulla bolletta specifica se il cliente è sul mercato libero dell'energia o in quello tutelato.

2. Dati personali e della fornitura

Successivamente troviamo i dati relativi all'intestatario dell'utenza, quindi le caratteristiche essenziali della fornitura: la potenza del contatore, se si tratta di un'abitazione di residenza e se la fornitura è di tipo domestico.

3. Informazioni tecniche

In questa sezione sono riportate le informazioni di carattere tecnico, quali i codici che identificano la propria fornitura, come il POD per l'energia elettrica e il PDR per il gas.

4. Data di emissione e importo

Qui troviamo l'importo da pagare e il termine entro cui va saldato.

5. I recapiti per i guasti

La nuova bolletta prevede che i contatti siano ben visibili: in questa sezione vengono infatti indicati i recapiti del servizio pronto intervento gas, per eventuali reclami o richieste di informazioni.

6. Informazioni per i clienti

Questa parte include tutte le proposte e le informazioni utili sulle novità che potrebbero interessare al cliente.

7. Indicazioni su consumi e letture

In questa sezione della fattura sono riportate le indicazioni sulle letture del contatore, ovvero tutti i dati raccolti dal contatore. È qui che bisogna specificare se si tratta di letture effettive, autoletture (cioè dati non prodotti dal venditore, ma forniti dal cliente) oppure stimate. Nel caso di letture o consumi stimati, occorre specificare se gli importi saranno soggetti a conguaglio. Inoltre, è in questa sezione che bisogna anche specificare se vi è la possibilità di rateizzare l'importo della bolletta.

8. Sintesi dei costi

Questa voce esprime il totale della bolletta nel dettaglio, ovvero tutti gli importi fatturati rappresentati solitamente da un grafico a torta. Questa sezione è composta da quattro sottovoci:

· spesa per l’energia, cioè la quota pagata per il consumo di elettricità, suddivisa tra una componente fissa (espressa in euro/anno) e un’altra variabile (espressa in euro/kWh);

· spese per il trasporto e gestione contatore, comprensive di tutte le spese riguardanti la fornitura del servizio, attribuite al distributore di energia;

· spese oneri di sistema, ovvero dei costi aggiuntivi per raggiungere obiettivi di interesse comune, ad esempio l’investimento su energie rinnovabili;

· imposte e IVA, suddivise da due valori come l’IVA (imposta sul valore aggiunto) e l’accisa (imposta sul consumo);

· Canone di abbonamento per la TV, cioè la voce relativa al pagamento del canone TV di recente inserita nelle bollette.

Nel dettaglio fiscale sono dunque indicati i prezzi unitari e dei consumi a cui i prezzi sono applicati, ma a seguito delle nuove riforme fiscali, la ricezione e la consultazione di queste informazioni dipende dalla tipologia di contratto e se il consumatore è sul mercato tutelato o in quello libero. Nel primo caso, per ricevere i dettagli relativi ai prezzi unitari e ai consumi, bisogna fare richiesta al fornitore. Nel secondo caso, dipende appunto da cosa prevede il contratto, in quanto modalità di richiesta e ricezione vengono indicate tra le condizioni.

Ulteriori informazioni

Esistono inoltre delle voci che non sempre sono presenti sulle bollette, perché dipendono da condizioni specifiche, quali:

· ricalcoli degli importi già pagati in bollette precedenti a seguito di una modifica sui consumi o sui prezzi applicati, che possono quindi indicare sia un credito che un addebito verso l’utente;

· altre partite, che esprimono tutti i costi non ordinari come ad esempio gli interessi di mora oppure contributi per riallacciamento;

· bonus sociale, esclusivamente per chi ne è beneficiario, il quale prevede una riduzione del carico della bolletta indicando l’importo accreditato al cliente al netto della stessa.

Sul web è anche possibile leggere numeroserecensioni sul mercato energetico in Italiaper comprendere meglio il funzionamento del fisco e della contabilità nel nostro paese e arrivare preparati alle spese di fine mese.

  • Home